Se hai bisogno di aiuto per un problema di gioco che riguarda te o una persona che conosci, chiama 1-800 GAMBLER

Bundesliga – Calcio: Il Bayern Monaco dice no a Cristiano Ronaldo

28 luglio 2022 04:22:37 EST
Julian Nagelsmann, tecnico del Bayern Monaco.

Il direttore generale del club bavarese, Oliver Kahn, chiude al possibile arrivo in Bundesliga del lusitano, intenzionato a lasciare il Manchester United per giocare ancora in Champions League.

Gli acquisti di Sadio Mané dal Liverpool e del giovanissimo attaccante Mathys Tel, preso dal Rennes per quasi 30 milioni di euro, basteranno al Bayern Monaco per colmare il vuoto lasciato dall'addio del fenomeno Robert Lewandowski? Questo il dubbio che tormenta i tifosi bavaresi, stuzzicati dall'idea di poter contare tra le proprie fila su un altro campionissimo: Cristiano Ronaldo. A 37 anni, la stella lusitana ha ancora fame. Sì, CR7 – cinque Palloni d'oro in bacheca – ha una voglia matta di disputare la Champions League.

Ma il Manchester United, club in cui è tornato la scorsa stagione dopo la fuga dalla Juventus in chiusura di mercato, non è andato oltre il sesto posto, che significa Europa League. Uno smacco per uno che ha alzato al cielo la coppa dalle grandi orecchie in ben cinque occasioni. Ma diamo uno sguardo alle quote che riguardano la squadra vincente la prossima edizione della Champions League: il Manchester City è dato a 3.75, mentre il Liverpool è bancato a 6.00. A seguire, il Paris Saint-Germain che è in lavagna a 6.50, quindi il Bayern Monaco a 8.00 e il Real Madrid a 13.00.

Cristiano Ronaldo al Bayern Monaco, trattativa impossibile?

Cosa è stato Lewandowski per il Bayern Monaco lo dicono i numeri: negli otto anni alla guida del reparto offensivo bavarese ha vinto altrettante volte la Bundesliga, oltre a una Champions League e un Mondiale per club (giusto per citare i titoli più blasonati), segnando 344 gol in 375 presenze (per sei volte si è laureato capocannoniere del campionato tedesco, di cui le ultime cinque di fila). Insomma, chi avrà l'onere e l'onore di sostituire un fuoriclasse del genere dovrà avere necessariamente le spalle larghe.

Mané, per quanto forte, è un attaccante esterno, mentre Tel ha sì talento da vendere, ma non ha ancora compiuto 18 anni, né ha mai segnato in Ligue 1 (solo 79 i minuti accumulati tra i professionisti: 49 in Ligue 1, 15 in Conference League e altri 15 in Coppa di Francia). Dunque, per storia e palmares, Cristiano Ronaldo avrebbe tutte le carte in regola per approdare alla corte del 35enne tecnico del Bayern Monaco, Julian Nagelsmann. Ma a chiudere le porte all'arrivo del portoghese ci ha pensato il direttore generale del club campione di Germania, Oliver Kahn: "Ne abbiamo parlato e, nonostante la nostra ammirazione nei suoi confronti, non si adatta alla nostra filosofia". Capitolo chiuso? Sembra proprio di sì. Nei giorni scorsi è circolato il nome di Victor Osimhen, attaccante nigeriano del Napoli, per cui il presidente Aurelio De Laurentiis chiede non meno di 100 milioni. Ma è difficile ipotizzare un tale esborso, visto che il Bayern Monaco ha già speso 85 milioni per De Ligt, 47 per Mané, 28 per Tel e 20 per Gravenberch (Ajax).

Articoli Correlati Bundesliga

Bundesliga – Calcio: Bayern Monaco-Manchester City, amichevole di lusso negli States

Bundesliga: Mainz e Besiktas si sfidano in Austria

Bundesliga: le ultime sul mercato del Bayern Monaco

Bundesliga: Il Bayer Leverkusen punta in alto con i suoi gioielli

Anche l'Atletico Madrid chiude a CR7

L'ipotesi del passaggio di Cristiano Ronaldo all'Atletico Madrid del Cholo Simeone è tramontata sul nascere. Il presidente dei rojiblancos, Enrique Cerezo, ha definito l'operazione "quasi impossibile". Verità o bugia di mercato? Se la posizione del numero uno del club può far parte di una strategia, quella dei tifosi dei colchoneros è chiarissima e netta. Attraverso un comunicato ufficiale, infatti, i sostenitori dell'Atletico Madrid hanno dichiarato di non volere il lusitano – ex bandiera dei cugini-rivali del Real Madrid – al 'Civitas Metropolitano'.

La situazione attuale di Cristiano Ronaldo

Dopo aver saltato la tournée in Thailandia e Australia del Manchester United, Cristiano Ronaldo ha fatto sapere ai Red Devils di voler cambiare squadra per avere la possibilità di partecipare alla prossima edizione della Champions. Si è, invece, presentato al centro di allenamento di Manchester per un colloquio col nuovo allenatore Erik Ten Hag. Il punto è che la volontà del calciatore e quella del club non collimano affatto. Sì, perché lo United non sembra per niente propenso a privarsene.

O, almeno, non è propenso a svenderlo. C'è allora qualche club che può comprarlo? Sullo sfondo resta il Chelsea, che ha rispedito Lukaku all'Inter e sta provando a piazzare anche Timo Werner, mai straripante a Stamford Bridge come in Germania. Il procuratore di CR7, Jorge Mendes, sta sondando il terreno in tutta Europa, proponendo l'asso di Madeira a numerosi club, tra cui il Napoli. Due gli ostacoli, che scoraggiano anche le squadre più ricche: l'età e l'ingaggio. Gìà, perché a 37 anni suonati Cristiano Ronaldo, che ha il contratto in scadenza nel 2023, percepisce uno stipendio faraonico da 25 milioni all'anno. Fino a quanto è disposto a rinunciare per tentare una nuova avventura altrove? I prossimi giorni saranno decisivi.

Scommesse Calcio