Se hai bisogno di aiuto per un problema di gioco che riguarda te o una persona che conosci, chiama 1-800 GAMBLER

Ligue 1: Ecco come si prospetta il prossimo anno

12 giugno 2022 06:29:50 EST
Nella foto il tecnico del Paris Saint Germain Mauricio Pochettino.

Come abbiamo potuto assistere, anche il campionato francese di Ligue 1, si è già completato e con qualche sorpresa (se vogliamo anche positiva).

Intanto, per quanto riguarda il calcio giocato in questo periodo, l’interesse rimane sempre attorno alla Nations League. Una, tra le tante gare previste oggi, è la sfida tra la Svizzera e il Portogallo. Il pareggio della Svizzera è dato a 3.25, mentre il successo del Portogallo è proposto a 2.10.

Adesso andiamo a vedere le prossime 20 squadre che parteciperanno al campionato francese che, per quanto riguarda la parte per la lotta alla salvezza, è stato uno dei campionati meno scontati in Europa. Solo all'ultima giornata si è deciso il terzultimo posto, utile per tentare una salvezza attraverso uno spareggio con la vincente dei play-off della Ligue 2.

È proprio in questo spareggio dove si è concretizzata la favola Auxerre. Qualificatosi terzo in classifica con 74 punti, ad una sola lunghezza dalla promozione diretta, la squadra allenata da Jean Marc Furlan, non si è abbattuta mentalmente, anzi in quel frangente, hanno maturato il fatto che la promozione fosse alla portata. Così hanno prima atteso l'incontro tra la quarta e la quinta, vale a dire tra Paris FC e Sochaux, partita pazzesca, con i padroni di casa che nel primo tempo, hanno sbagliato ben due calci di rigore e finito il primo tempo con il risultato di 1 a 1. Quando ci si apprestava ad andare ai tempi supplementari, al minuto 92, arriva la beffa del Sochaux con Teixeira Maxime. La loro corsa si è poi fermata in semifinale contro la Auxerre perdendo per 1 a 0.

Giunti in finale, l'Auxerre aveva davanti l'ultimo scoglio per guadagnare la Ligue 1, il St. Etienne. Nonostante il bruttissimo campionato svolto, fatto da sole sette partite vinte, 11 pareggiate e 20 sconfitte, i ragazzi del tecnico Pascal Dupraz si sono garantiti uno spareggio che poteva raddrizzare tutto il campionato.
Nelle due partite della finale, tra andata e ritorno, l'unica squadra che ha dimostrato di volere a tutti i costi la serie A francese, alla fine è stata l'Auxerre. Entrambe le due gare, sono terminate ai tempi regolamentari con un identico risultato, quello di 1 a 1. La lotteria dei calci di rigore ha premiato la squadra che aveva progettato sin dall'inizio il salto di categoria e che per una sola lunghezza l’ha mancato. Fatale è stato l’errore dal dischetto del giocatore in forza al St. Etienne Boudebouz, che spedisce la propria squadra dritta in serie B francese.

Un grande applauso invece va al Tolosa, squadra che ha recitato il ruolo di leader di questa Ligue 2, conquistando 79 punti e realizzando 82 reti. Per Philippe Montanier un grande successo. Dovranno sin da subito iniziare a rafforzare ancora di più questa rosa e cercare di ben figurare nel massimo campionato.
Percorso un po' diverso per l’Ajaccio, che ha concluso il campionato in seconda posizione valida per l'accesso diretto alla Ligue 1. Un dato curioso balza all'occhio, la miglior difesa con 19 reti subite da un lato e dall'altro, una scarsa propensione al gol, soltanto 39 reti in 38 gare. Hanno comunque centrato l’obiettivo ed il prossimo anno dovranno giocare partite di ancora più spessore.

Articoli Correlati Ligue 1

Ligue 1: Penultima giornata, corsa Champions ancora aperta

Ligue 1: Marsiglia-Strasburgo, OM determinato a non sbagliare

Ligue 1: Bagarre in zona salvezza

Ligue 1: Giornata 34. Per la Champions tutto è ancora da decidere

Quindi presenti tutti i 20 club che ai nastri di partenza, dovranno farsi trovare pronti e competitivi.
E sotto questo punto di vista che le società sono già al lavoro, per cercare di potenziare le proprie rose.
I campioni in carica del Paris SG, già a lavoro da subito, alle prese tra cessioni, acquisti e conferme. Un importante tassello è stato sicuramente il nuovo contratto siglato dal forte attaccante francese Mbappe in scadenza di contratto, che ricordiamo aveva quasi raggiunto un accordo in primavera, con il Real Madrid del presidente Florentino Perez, fatto naufragare in seguito, con la società di Parigi che ha insistito nel volere a tutti i costi che il numero sette, rimanesse in rosa, facendolo diventare il simbolo di questo Paris SG. Ci sono riusciti facendogli un contratto pazzesco, con cifre astronomiche per il calcio “normale”, blindandolo per altri tre anni ad una cifra che si aggira attorno ai 220 milioni di euro.

Licenziato il direttore sportivo, il brasiliano Leonardo già rimpiazzato con Luis Campos, è pare quasi fatta anche per il nuovo tecnico che dovrà guidare questa squadra schiacciasassi. Inizialmente girava il nome di Zinedine Zidane ma l’ambiente parigino non sembrava così entusiasta del probabile arrivo del francese ex Real Madrid, così si è scelto di virare su un tecnico che ha già fatto vedere grandi cose nel campionato nazionale. Si tratta dell’allenatore in forza al Nizza, Christophe Galtier, colui che nel penultimo campionato, ha sempre avuto la meglio negli scontri e nella classifica finale, sbarazzandosi del Paris SG e vincendo il campionato con il suo Lille. Si è già giunti ad un accordo tra le parti, resta però il nodo su come potrà svincolarsi dalla sua attuale squadra, con ancora un contratto in essere fino al 2024, per poter iniziare un nuovo cammino a Parigi.

Nonostante si attende lo sblocco di questa situazione alquanto delicata, inizia il valzer dei giocatori probabili che potranno vestire la casacca “le rouge et bleu”. Quasi certamente, dopo aver ricoperto d’oro Kilian Mbappe, tutte le operazioni graviteranno attorno a questo magnifico giocatore. Vincere il campionato e quindi ripetersi, potrà non bastare più, bisognerà immettere dei nuovi tasselli funzionali a questa rosa, in grado di poter ambire alla vittoria della competizione più famosa in Europa, la Champions League.

Scommesse Calcio